Il momento

 




Sono in piedi da solo.

Intorno si estende un verdissimo prato infinito.

Davanti a me un lungo binario dritto su una piccola collina; vedo passare un treno silenzioso.

Il cielo è limpido, di un azzurro accecante, condito da nuvole bianche, come un wallpaper di Windows.

Una cavalletta salta sulla mia spalla destra e, portandosi la zampa alla bocca, mi sussurra: “Sta per piovere”, per poi sparire.

Volto la testa, poi il corpo e dietro di me vedo nuvole nere incombere sul paesaggio.

C’è un ombrello rosso, aperto e col manico ricurvo, sospeso a mezz’aria.

Lo afferro, lo porto verso di me e attendo la pioggia.


(Immagine di Pascal Campion - pascalcampionart)


Commenti

Post popolari in questo blog

Pensieri disordinati.

BRAAAP !

Compleanno 2008.