Cerca nel blog

sabato 2 agosto 2008

Sabato triste...

In questo pensiero faccio riferimento ad un virtuale interlocutore che ho chiamato "M".


Stasera papà è tornato a casa presto e non si reggeva quasi in piedi … mi ha detto che era fiacco e l'ho visto quasi piangere … mi ha strappato il cuore “M”, strappato via … capisci????
Lo sa che sta male e ha paura cazzo … anche io …. mi sento impotente … prego Dio che mi aiuti … che non sia così crudele con noi … non posso vedere papà debole, lui è la mia forza, chi mi dice che si sistemerà tutto, che non c’è da preoccuparsi, fin da quando ero bambino, ma ora se ne sta andando … è la mia famiglia “M”, la mia famiglia …. la cosa più unica e solo mia al mondo.
Mi appartiene e mi sta scivolando via.
Lui è la mia forza, i miei ricordi, porta con sé la mia vita.
Come posso vivere in un mondo senza più la sua voce???? E quella di mia madre?????
Non voglio che finisca così, non voglio che perda la sua meravigliosa dignità …. Perché … perché … perché …?
Io gli voglio bene, mio Dio quanto … non puoi immaginare.